Comments: (0)

[im]possible living

Category: ⚐ EN+creativity

Today we present [im]possible living: an interesting project made by Daniela Galvani and Andrea Sesta.

“Abandoned buildings are everywhere: in city centers, suburbs, countrysides, mountains, seasides, everywhere! They are left there, day after day, night after night.

They don’t scream, they don’t bleed, they just loose a little piece everyday, so you don’t really realize that a certain place is falling down, until one day it’s impossible to recover it and the only thing that is possible to do is … breaking it down!!

How is our society managing those buildings? Most of the time it’s ignoring them, preferring to leave them behind and build new buildings instead! This approach it’s cheaper in the short term, but definitely it is not in the long run. continue reading

Comments: (0)

Migration as Mutation on KRILL

Category: ⚐ IT+migration as mutation

E’ da quando siamo tornati dall’esperienza a Madrid che ci interroghiamo sul continuo migrare degli architetti italiani all’estero

Mi|gra|zió|ne s.f.
1 CO il migrare e il suo risultato
2a TS antrop., spostamento da un luogo a un altro di un popolo, di una nazione, di una tribù alla ricerca di migliori condizioni di vita
2b TS sociol., emigrazione, provvisoria o definitiva, da un luogo a un altro di una parte significativa della popolazione attiva, causato da ragioni economiche
3 TS zool., spostamento compiuto da alcune specie animali e determinato da vicende stagionali, necessità alimentari o riproduttive.
[def. dizionario De Mauro]

Visto il successo di questa rubrica siamo stati invitati dalla rivista Krill [Lupo Editore] a pubblicare le interviste, comparse fino a questo momento sul blog di ecosistemaurbano, all’interno del secondo numero che ha come tema “la Fuga”. Con grande piacere abbiamo messo a disposizione il materiale raccolto per questo progetto dal tema così attuale.

La parola fuga risuona da ogni parte. Fughe sono gli spostamenti, le migrazioni di uomini e donne. Ogni viaggio, come ogni atto creativo è, in un certo senso un fuggir via.Intanto nel quotidiano, ciascuno è impegnato nella ricerca delle proprie personali evasioni, sebbene il nostro mondo non sembra più prospettare alcun altrove… tutto lascia pensare che siamo in costante, spasmodica ricerca della luce verde con la scritta escape. continue reading

Comments: (0)

rifiuto con affetto

Category: ⚐ EN+creativity+sustainability


Objective
The aim of this project is to make people aware of the increasing amount of rubbish we throw away and choices for its disposal. How many times have we thought to ourselves “What a pity to throw this away!”. It just shows how often people throw away items which can still be used. RCA wants to change our attitude towards these objects and offer them a second life: if we throw away something “with love”, then someone else may “love it again”. What has become useless to someone, can become useful to someone else.
RCA enables the public to think twice before getting rid of unnecessary belongings and points out the importance of “wasting” in a critical and conscious way. continue reading

Comments: (0)

fondaRIUS :: Migration as Mutation

Category: ⚐ IT+migration as mutation

E’ da quando siamo tornati dall’esperienza a Madrid che ci interroghiamo sul continuo migrare degli architetti italiani all’estero

Mi|gra|zió|ne s.f.
1 CO il migrare e il suo risultato
2a TS antrop., spostamento da un luogo a un altro di un popolo, di una nazione, di una tribù alla ricerca di migliori condizioni di vita
2b TS sociol., emigrazione, provvisoria o definitiva, da un luogo a un altro di una parte significativa della popolazione attiva, causato da ragioni economiche
3 TS zool., spostamento compiuto da alcune specie animali e determinato da vicende stagionali, necessità alimentari o riproduttive.
[def. dizionario De Mauro]

Partendo da questa definizione pubblichiamo di seguito l’intervista allo studio fondaARIUS continue reading

Comment: (1)

Self Arquitectura :: Migration as Mutation

Category: ⚐ IT+architettura+migration as mutation

E’ da quando siamo tornati dall’esperienza a Madrid che ci interroghiamo sul continuo migrare degli architetti italiani all’estero

Mi|gra|zió|ne s.f.
1 CO il migrare e il suo risultato
2a TS antrop., spostamento da un luogo a un altro di un popolo, di una nazione, di una tribù alla ricerca di migliori condizioni di vita
2b TS sociol., emigrazione, provvisoria o definitiva, da un luogo a un altro di una parte significativa della popolazione attiva, causato da ragioni economiche
3 TS zool., spostamento compiuto da alcune specie animali e determinato da vicende stagionali, necessità alimentari o riproduttive.
[def. dizionario De Mauro]

Partendo da questa definizione pubblichiamo di seguito l’intervista allo studio Self Arquitectura

In che paese vi trovate? Spagna.
Da quanti anni? 12.
da quante persone è composto il vostro studio? 5.
Perchè vi siete trasferiti? Desiderio di dare continuità  alla traiettoria di formazione già intrapresa (programmi di dottorato presso la UPC),accesso ad esperienze professionali stimolanti.
Cosa mancava in italia che vi ha suggerito questa scelta? L’accessibilità ad incarichi di spessore, la serietà della ricerca universitaria, la serietà delle pubbliche amministrazioni
Cosa possiede il paese in cui siete che in italia manca? Serietà della formazione professionale, maggiore trasparenza nel sistema di assegnazione degli incarichi pubblici, garanzia di continuità nel processo di sviluppo delle commesse da parte del committente pubblico.
Cosa dovrebbe cambiare in italia? Molte cose, dal recupero di una ricerca universitaria seria (non inquinata da nepotismi o dal markenting commerciale di quanti usano le cattedre per alimentare i propri studi professionali) ad una trasparenza nella gestione dei concorsi pubblici (sistematicamente ingessata da lobbies di potere consolidato)
Consigli per giovani architetti italiani? Avere il coraggio di lasciarsi alle spalle quello che non è giusto accettare.

Self Arquitectura
(Giacomo Delbene, Giovanna Carnevali) è un gruppo multidisciplinare di giovani professionisti che hanno deciso di unire le proprie eterogenee esperienze con l’obiettivo prefisso di affrontare ogni incarico professionale come occasione di sperimentazione e di ampliamento dei propri settori di conoscenza.

self001

self002

train003

::

Andrea Franceschi e Giacomo Beccari sono architetti laureati presso l’Università degli Studi di Ferrara dopo una migrazione a Madrid sono tornati Bologna dove continuano ad osservare transumanze architettoniche.

Comments: (0)

LAN architecture* :: Migration as Mutation

Category: ⚐ IT+architettura+città+Intervista+migration as mutation

francobollo

E’ da quando siamo tornati dall’esperienza a Madrid che ci interroghiamo sul continuo migrare degli architetti italiani all’estero

continue reading

Comment: (1)

Nabito :: Migration as Mutation

Category: ⚐ IT+architettura+città+internet+migration as mutation

francobollo

E’ da quando siamo tornati dall’esperienza a Madrid che ci interroghiamo sul continuo migrare degli architetti italiani all’estero

continue reading

Comments: (2)

incompiuto siciliano

Category: ⚐ IT+architettura+arte+città+urbanismo

cartellone_basilico

TESTO TRATTO DA PARCO ARCHEOLOGICO DELL’INCOMPIUTO SICILIANO

Incompiuto Siciliano è un progetto di Alterazioni Video, continue reading

Comments: (0)

migration as mutation

Category: ⚐ IT+architettura+internet+migration as mutation+urbanismo

stamp

E’ da quando siamo tornati dall’esperienza lavorativa a Madrid che ci interroghiamo sul continuo migrare degli architetti italiani all’estero

continue reading

Comments: (0)

B-city 02|07|09

Category: ⚐ IT+città+eventi+sostenibilità

imm copia

B-city [foto]

B-city

siete tutti invitati in Bici
02/07/09 ore 18.00 Pzza Carducci [BO]

continue reading